Brexit, ancora non ci siamo. May e Juncker verso un altro confronto

Evarado Alatorre
Diciembre 7, 2017

"Abbiamo avuto un incontro costruttivo. Anch'io ho fiducia che arriveremo a un accordo prima della fine della settimana".

Juncker chiarisce che ci sono "2 o 3 questioni aperte che richiedono ulteriori consultazioni, ulteriore negoziato e ulteriore discussione".

Questo non è un fallimento dei negoziati, ha sottolineato, ma "l'inizio dell'ultimo miglio".

Va detto che la conferenza stampa tenuta dalla May e da Juncker è stata piuttosto anomala, considerando che ai giornalisti non è stato possibile formulare domande. Alle 16 May incontrerà anche il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. La McEntee non ha comunque negato che finora sia stato fatto "un immenso lavoro" per trovare una soluzione: "Tuttavia per noi c'è una serie di questioni chiave sulle quali avremmo auspicato più progressi".

More news: Dashcam of Randy Travis' Grayson County arrest released

Il partito ha firmato con i Tory un accordo di sostegno al governo di minoranza di May che prevede il rispetto dell'accordo del Good Friday. L'intesa manterrebbe il cosiddetto regulatory alignment tra le due Irlande, cioè praticamente la situazione attuale. L'accordo di pace del 1978 dice che, in caso di riunificazione dell'Irlanda, l'Irlanda del Nord sarà dentro all'Unione europea e proprio in nome di quell'intesa Dublino ha chiesto garanzie a Londra.

Al Consiglio, secondo quanto riferiscono le stesse fonti, è necessario infatti del tempo per preparare entro il 14-15 dicembre le linee guida sulla cosiddetta fase due dei negoziati, che riguarderà i rapporti futuri dopo il divorzio tra Londra e l'Ue, e in particolare i rapporti commerciali.

Che le cose sarebbero state difficili, si era capito da quanto affermato dal Vicepremier irlandese nonché Ministro degli Esteri, Simon Coveney che, ancor prima del vertice aveva confermato l'assenza di accordi sulla frontiera, non escludendo però che questi si sarebbero potuti raggiungere nel corso della giornata.

Otros informes por

Discuta este artículo

SIGUE NUESTRO PERIÓDICO